Imposte su acquisto immobili residenziali

La Legge di stabilità 2016 ha previsto una grande novità relativamente all’acquisto di una cosiddetta “seconda prima casa”. Chi possiede già una prima casa può acquistarne un’altra mantenendo le agevolazioni “prima casa” purché il primo immobile venga venduto entro 12 mesi dalla data del rogito. Cominciamo quindi a capire quali sono le imposte in base alla situazione di chi acquista un immobile residenziale e alla tipologia del venditore.

Imposte a carico di chi acquista un immobile residenziale

Ipotesi di acquisto della prima casa tra privati:

  • Imposta di registro = 2%
  • Euro 50 quota fissa imposta catastale
  • Euro 50 quota fissa imposta ipotecaria

 

 

 

Ipotesi di acquisto della prima casa da venditori costruttori:

  • IVA = 4%
  • Euro 200 quota fissa imposta catastale
  • Euro 200 quota fissa imposta ipotecaria

 

 

 

Ipotesi di acquisto di seconda casa da venditori privati:

  • Imposta di registro = 9%
  • Euro 50 quota fissa imposta catastale
  • Euro 50 quota fissa imposta ipotecaria

 

 

 

Ipotesi di acquisto di seconda casa da venditori costruttori:

  • IVA = 10%
  • Euro 200 quota fissa imposta catastale
  • Euro 200 quota fissa imposta ipotecari

 

 

 

Nel caso in cui l’immobile oggetto di compravendita sia classificato come immobile di lusso l’imposta di registro prevista è pari al 22%.

Compravendita a “prezzo valore”

Ogni immobile ed i relativi accessori (ad esempio garage, cantina, posto auto, ecc.) hanno una determinata rendita che risulta dalla visura catastale. La compravendita prevede il pagamento delle imposte sopra indicate sulla base delle rendite catastali e non sulla base del reale prezzo indicato nell’atto di acquisto.

La compravendita con IVA è determinata dall’applicazione dell’aliquota IVA al prezzo di acquisto dell’immobile dichiarato.

Come calcolare il valore catastale di un immobile

Calcolare il valore catastale di un immobile è utile per determinare quelle che saranno le imposte da pagare da parte di un acquirente. Per calcolarlo si moltiplicano le rendite catastali per un coefficiente che è:

  • 110 (rivalutato del 5%) – 115,5 per acquisto prima casa
  • 120 (rivalutato) – 126 per acquisto seconda casa

 

  • Ricerca Avanzata